Quanto costa gestire la busta paga – F2D

Quanto costa la gestione di una busta paga?

Quando si parla di amministrazione aziendale, uno degli aspetti più importanti da curare è l’elaborazione della busta paga dei dipendenti. La consegna di questo documento è un obbligo previsto per legge: i datori di lavoro, stando alla normativa, devono infatti “consegnare, all’atto della corresponsione della retribuzione, ai lavoratori dipendenti, con esclusione dei dirigenti, un prospetto di paga in cui devono essere indicati il nome, cognome e qualifica professionale del lavoratore, il periodo cui la retribuzione si riferisce, gli assegni familiari e tutti gli altri elementi che, comunque, compongono detta retribuzione, nonché, distintamente, le singole trattenute”.

Le sezioni di una busta paga

All’interno della busta paga, suddivise per sezioni, vengono quindi fornite alcune importanti indicazioni. Tra queste:

  • Gli elementi identificativi delle parti
  • La composizione della retribuzione 
  • La determinazione delle trattenute
  • Il calendario delle presenze
  • I contatori statistici relativi alla gestione delle ferie, dei ROL (Riduzione Orario di Lavoro), delle ex festività e, dove previsto, della banca ore

Oltre a questo bisogna anche prevedere:

  • l’elaborazione del modello F24 per il pagamento dei contributi INPS e IRPEF         
  • la predisposizione e trasmissione all’INPS dei modelli Uniemens
  • L’elaborazione delle spettanze di fine rapporto

Il costo del cedolino busta paga

Se già destreggiarsi tra tutti questi aspetti non è sempre facile, è altrettanto vero che l’elaborazione del cedolino ha un costo per le aziende che va al di là del puro lato finanziario. A dirlo sono anche una serie di studi sul tema, che rivelano come oltre il 90% delle Pmi italiane consideri di perdere non solo denaro, ma anche tempo.

Quanto costa una busta paga al datore di lavoro se tutta l’elaborazione viene gestita internamente? Difficile a dirsi. Sono da considerare prima di tutto il tempo e la retribuzione degli impiegati che vi si dedicano, tenendo presente che il numero degli addetti e le ore incentrate in questa attività crescono in parallelo con l’aumento del personale che presta il proprio lavoro all’interno dell’azienda. Oltre a queste spese, il costo per la busta paga riguarda anche le uscite necessarie per i programmi di formazione e aggiornamento costante del personale che se ne occupa, così come quello dei software che ne permettono l’elaborazione.

 

Il costo per il cedolino dei dipendenti è da valutare attentamente anche nel caso in cui ci si rivolga a consulenti esterni. Oltre a trovare professionisti preparati, bisognerebbe scegliere anche soluzioni convenienti. Cosa più semplice a dirsi che a farsi, visto che non esiste un tariffario definito: il costo per il controllo del cedolino varia infatti a seconda della società o del professionista scelto. Inoltre, ci possono essere sempre costi extra in caso di inconvenienti o pratiche da rivedere. 

Perché affidarsi a F2D conviene

Come fare per ridurre il costo delle buste paghe dei dipendenti, tanto in termini di tempo quanto di denaro, sapendo allo stesso tempo quale sarà il budget esatto che l’azienda dovrà investire?  La soluzione perfetta è affidarsi a F2D. Il primo portale italiano di servizi in outsourcing nelle aree HR e Amministrazione&Finanza dedicato a PMI e start-up, grazie alle tecnologie più avanzate e alle migliori soluzioni digitali, può infatti rispondere a tutte le necessità delle imprese in ambito contabile e fiscale, attraverso applicativi rapidi e semplici da utilizzare. Il tutto attraverso pacchetti creati ad hoc, che permettono a ogni azienda di trovare la formula preferita.

 

Per quanto riguarda le buste paga, affidarsi a F2D significa avere un controllo completo della gestione con il minimo impegno e certi della sicurezza garantita da un partner leader nel settore.

Entrando più nello specifico, viene offerto il servizio di gestione Buste Paga Fast2Digital, in formula sia Full Service che Self Service.

La soluzione perfetta per ogni esigenza

La formula Full Service – la più venduta e apprezzata – è l’ideale per le Pmi e le startup che vogliono una gestione completa degli stipendi con il minimo sforzo.

In questa formula sono incluse:

  • Elaborazioni mensili
  • Elaborazioni annuali
  • Comunicazioni agli enti
  • Modelli CU e 770
  • Verifica cedolini, CU e 770
  • Predisposizione F24
  • Entratel F24
  • Setup iniziale
  • Anagrafiche dipendenti

La formula Self Service consente di avere invece la massima flessibilità nella gestione del personale. Scegliendo questa formula risultano incluse:

  • Elaborazioni mensili
  • Elaborazioni annuali
  • Comunicazioni agli enti
  • Modelli CU E 770
  • Predisposizione F24
  • Setup iniziale
  • Anagrafiche dipendenti

I prezzi vanno da 18 euro al mese+Iva (per la formula Self Service) a 30 euro al mese+Iva (per la formula Full Service) a dipendente: prezzi già di per sé convenienti, ma che lo diventano ancora di più con l’aumento del numero dei lavoratori. Le tariffe diminuiscono infatti al crescere del numero dei dipendenti gestiti.

Per conoscere meglio la proposta di F2D e trovare la soluzione tagliata su misura per le proprie esigenze non resta che richiedere un appuntamento on-line. Qualunque sarà la formula scelta una cosa è certa: la gestione delle buste paga non sarà più un problema.

Comments are closed.